La voce delle Sorelle Landra

Ci è sempre piaciuto dire la nostra sui miti veri e falsi della cucina

La quarta generazione del cioccolato

 

 

Di Margherita e Laura Landra

Amanti del cioccolato, tenetevi forte: le vostre certezze verranno meno!

80 anni fa, ci sconvolsero con l’arrivo sui mercati del cioccolato bianco, ora dopo decenni di studi è nato quello rosa!

Dopo il gelato nero, il latte di unicorno e il frappuccino che hanno colorato in diverse versioni Instagram, arriva Ruby che con l’hashtag #pinkchocolate conta già oltre 11mila post ed è la nuova passione dei Kidult!

Prodigio della pasticceria svizzera è il frutto di ben tredici anni di studi e sperimentazione sulle fave di cacao rosse presenti in Costa d'Avorio, Brasile ed Ecuador quindi il suo colore sfavillante è del tutto naturale.

Nel 2015 è stato dato il via ad una ricerca di mercato, quantitativa e qualitativa, con l’obiettivo di capire quali diverse motivazioni stanno alla base del consumo di cioccolato. Sono state evidenziate 6 diverse esigenze del consumatore: Ricarica (cioccolato fondente), Condivisione/Cura (al latte/bianco) Rilassamento (al latte/bianco), Salute, Orgoglio (fondente) e Edonismo (ruby).
Il cioccolato Ruby è l’unico che soddisfa un’esigenza del consumatore che nessuno degli altri tre tipi aveva mai fatto prima: l’edonismo, tipico dei cosiddetti millennials, i grandi mercati di massa del futuro.

Barry Callebaut, storica maison di cioccolato svizzero, ha infatti avviato la produzione di cioccolato rosa con cui è pronta a stupire i golosi di tutto il mondo e ha già raccolto un ottimo riscontro in Cina, dove è stata presentata a Shangai sette mesi fa: il mercato cinese è un mercato nascente in un momento di crisi del settore causato, in parte, dall’avvento del così detto “healthy food”.

In occasione del Salon du Chocolat che si è tenuto a Bruxelles i primi di marzo, i cioccolatieri locali Marijn Coertjens di Ghent e Jérôme Grimonpon di Uccle hanno offerto al pubblico un'anteprima esclusiva delle loro creazioni rosa: dopo che il “Millennial Pink” la scorsa primavera aveva contagiato con le sue tonalità delicate e eleganti la moda, la tecnologia e il design, ora il rosa più intenso si fa strada nel gourmet.

Il Ruby Chocolate sembra avere tutti i numeri per diventare un prodotto di tendenza. La ricetta del nuovo cioccolato è totalmente top secret ma pare essere ancora più “cioccolatoso” e più sano perché sembra sia prodotto esclusivamente dalle fave di cacao differentemente dal cioccolato al latte che contiene grandi quantità di latte e da quello bianco che contiene burro di cacao.

Frutto di lunghi studi durati oltre 13 anni, il cioccolato color rubino, viene commercializzato dopo due anni di sperimentazioni e cavalca una moda che sta dilagando sui social dove questa nuance sembra essere la più amata di tutte.

Fotogenico e innovativo, ha come obiettivo quello di conquistare soprattutto i Millennials che amano i cibi buoni da mangiare e belli da fotografare e perché “il cioccolato rosa corrisponde perfettamente alle tendenze alimentari del momento, quindi penso che il mercato risponderà molto positivamente"” ha svelato Peter Boon, responsabile controllo qualità e chef per l’innovazione.

L’idea dell’azienda svizzera, che è riuscita in una grande impresa, era quella di creare un cioccolato diverso da quello classico senza utilizzare aromi o coloranti: sono passati infatti 80 anni da quanto Nestlè ha ideato la versione bianca.

 

Questo prodotto è naturale, senza coloranti, ha un aspetto invitante ma mantiene autentico il gusto della cioccolata – ha spiegato Antoine de Saint-Affrique, l’ad di Barry Callebaut. “Abbiamo avuto ottime risposte dai consumatori che l’hanno provata in tutti i vari Paesi dove è già stato testato il nuovo prodotto: abbiamo avuto ottime recensioni in Cina, dove per la cioccolata è piuttosto inusuale. Puoi copiare il colore e provare a imitare il sapore – ha concluso -, ma trovare una cioccolata rubino come la nostra con lo stesso sapore sarà estremamente difficile”.

Seducente agli occhi di chi guarda e imperdibile in quanto a gusto, si prevede che il Ruby chocolate venga proposto in tutte le numerose categorie in cui ora si presentano gli altri 3 tipi di cioccolato.

Aroma intenso, dolcezza seducente e un piacevole gusto che rimanda alle note fruttate e agre dei frutti di bosco: questo cioccolato è destinato a entusiasmare i palati!

 

La famosissima barretta Kit Kat, si è già tinta di rosa ed è già stata lanciata in Giappone e Corea per poi raggiungere anche gli altri mercati. Kit Kat non è certo nuova agli esperimenti, infatti negli ha lanciato sul mercato edizioni limitate al limone, al gusto di cheesecake e perfino (ma solamente in Giappone) al tonno, alle uova, ai ricci di mare.

Perugina ha lanciato il Bacio rosa, che è subito diventato un fenomeno social con l’hashtag #bacirosa. La storica azienda italiana che con i Baci ha conquistato il mondo, ha lanciato una Limited Edition in pieno stile millennial: il morbido ripieno di gianduia e la croccante nocciola al centro, sono ricoperti da uno strato di cioccolato rubino.

Per vederlo sugli scaffali italiani, si dovrà attendere fino a dicembre oppure lo si può assaggiare in anteprima sostenendo LILT che ha lanciato un progetto di raccolta fondi per i suoi 70 anni di attività, legandosi al team de Il Cioccolato Buono che lancerà delle ricette dedicate a grandi donne italiane (Franca Rame, Gae Aulenti, Nanda Pivano per citarne solo alcune) tutte eseguite con il cioccolato rosa.

Il cioccolato ruby diventa il quarto tipo di cioccolato e si appresta ad essere una nuova esperienza gustativa; né amaro né dolce, con un aroma fresco di frutti di bosco verrà proposto in varie categorie di prodotto. Noi lo abbiamo già provato e ci ha ispirato nuove ricette!

 

 

 

 


Articoli

La quarta generazione del cioccolato

La rivincita del viola

La pianta miracolosa

Gli amici del sorriso

Il lato oscuro del gelato

Latte di unicorno: l'elisir di lunga vita è diventato realtà

Olio di palma si od olio di palma no?

Quinoa: il grano de oro di Inca e Maya

Gluten o gluten free: questo è il dilemma?

Curcuma, la spezia delle meraviglie!

Glutammato: in viaggio verso l'Umami

Dimmi cosa mangi e ti dirò cosa curi

Il cibo come medicina: mangiamo a colori!

Cooking Team Building: un gran lavoro di squadra tra i fornelli!

Spaghetti e tagliatelle di verdure?

Anche in cucina l'oro è prezioso

 

Le nostre ricette originali

Ultraviolet

Timballo di pasta

San Valentino

Risotto rosa

Landra Trucco

Bomba di riso gialla con polpettine saporitre

Risotto ai petali di rosa

Risotto allo zenzero

Pat d'anatra all'arancia

Cous cous alle verdure

Bruschette ai pomodori gratinati

Insalata di spinaci novelli con gamberi e primule

Polpo e patate

Carpaccio di zucchine alla ricotta dura e bacche di Goji

Spaghetti con le vongole

Bicchierini di quinoa vegana

Mousse al cioccolato e peperoncino

Bavarese ai cachi

Risotto alla zucca

Carre' di vitello alle castagne

Uva farcita con pecorino e noci

Spuma al limone

Bicchierini all'albicocca e pistacchio

Bavette alla scogliera

Albicocche farcite

Calamari alla portoghese

Involtini di pesce spada

Vitello tonnato

Bocconcini di pollo al curry

Torta di carote

Calamarata alle vongole e zucchine

Cozze gratinate

Peperoni ripieni a microonde

Riso basmati con verdure saltate esotiche

Linguine nere con gamberi e zucchine

Insalata Pantesca

Torta morbida al cioccolato

Uovo di Pasqua salato

Torta Mimosa

 

News

Piccoli Chef

 

Contattaci!